Papa Francesco (Domande & Risposte)


read_the_Story_first

Audio

Video con sottotitoli

video a cura di Yasemin Arkun

Domande e Risposte
Domande e Risposte

Domande & Risposte

Papa: Fratelli e sorelle buonasera. Voi sapete che il dovere del conclave era di dare un Vescovo a Roma.

Chi parla?

Papa Francesco. E’ Papa Francesco che parla.

Con chi parla? Con chi parla Papa Francesco?

Parla alla folla. Papa Francesco parla alla folla.

Parla al popolo?

Sì, parla al popolo, parla alla folla.

Dove si trova Papa Francesco?

A Roma, Papa Francesco si trova a Roma e sta parlando alla folla.

Ok, si trova a Roma, ma dove esattamente?

Alla Loggia, Papa Francesco sta alla loggia di San Pietro.

Come saluta Papa Francesco?

Buonasera“. Papa Francesco saluta dicendo “buonasera”

Papa Francesco saluta la folla dicendo “Buongiorno”?

No, non saluta dicendo “buongiorno”, ma dicendo “buonasera”.

Cosa dice alla folla Papa Francesco, quindi, per salutarla?

Dice, “buonasera”. Papa Francesco saluta la folla dicendo “buonasera” alla folla.

Come chiama la folla Papa Francesco? Come si rivolge alla folla?

“Fratelli e sorelle”. Il Papa si rivolge a loro chiamandoli “fratelli e sorelle

Il Papa li chiama “figli miei”? Si rivolge a loro chiamandoli “figli miei”?

No, non li chiama “figli miei”, ma li chiama “fratelli e sorelle”.

Qual era il dovere del conclave?

Di dare un Vescovo a Roma. Il dovere del Conclave era di dare un Vescovo a Roma.

Chi doveva dare un Vescovo a Roma?

Il Conclave. Il Conclave doveva dare un Vescovo a Roma.

Il Conclave aveva il dovere di dare un Vescovo a Roma?

Sì, esatto! Il Conclave doveva dare un Vescovo a Roma.

Doveva farlo?

, doveva farlo.

Poteva anche farlo?

Certo, poteva anche farlo. Anzi, doveva! Era suo dovere dare un Vescovo a Roma, non solo un suo potere.

Ne aveva il diritto? Il Conclave aveva il diritto di eleggere (ELECT) il Papa?

Certo che ne aveva il diritto. Di più! Ne aveva il dovere! Doveva farlo. E’ dovere del Conclave farlo.

Chi è il Vescovo di Roma?

Il Papa. Il Vescovo di Roma è il Papa.

Come inizia il discorso di Papa Francesco?

Sembra che i miei fratelli cardinali sono andati a prenderlo quasi alla fine del mondo, ma siamo qui!

Inizia così: Sembra che i miei fratelli cardinali sono andati a prenderlo quasi alla fine del mondo, ma siamo qui!

Cosa sono andati a prendere i “fratelli” cardinali?

Il Vescovo di Roma, cioè il Papa.

I fratelli cardinali “sono andati a prendere” il Vescovo di Roma?

Sì, i fratelli cardinali “hanno scelto” il Vescovo di Roma. Hanno scelto il Papa.

Cosa hanno scelto i cardinali?

Il Vescovo di Roma. I cardinali hanno scelto il Vescovo di Roma. I cardinali hanno scelto il Papa.

I cardinali hanno deciso chi eleggere come Papa?

Esatto! i cardinali hanno deciso chi eleggere come Papa, cioè come Vescovo di Roma.

E chi hanno eletto? Chi hanno eletto come Papa?

Papa Francesco. I cardinali hanno eletto Papa Francesco.

Dove sono andati a prendere, i cardinali, il Vescovo di roma?

Quasi alla fine del mondo. I cardinali sono andati a prendere il Papa quasi alla fine del mondo.

Lo hanno preso alla fine del mondo?

No, non esattamente. Non alla fine, ma quasi. Lo hanno preso quasi alla fine del mondo.

Sembra proprio così vero?

Sì, sembra che i cardinali lo abbiano scelto proprio quasi alla fine del mondo. Sembra proprio così.

Dove siamo, dice alla fine il Papa?

Qui. Siamo qui. Alla fine il Papa dice: “ma siamo qui”.

Cosa significa “ma siamo qui”?

Significa: “ormai è fatta”, significa “è proprio così”, “ecco il risultato”, “eccomi qui”

Vi ringrazio dell’accoglienza. La comunità diocesana di Roma ha il suo vescovo. Grazie.

Chi è che ringrazia?

Il Papa, Papa Francesco ringrazia.

Per cosa ringrazia il Papa?

Per l’accoglienza. Il Papa ringrazia per l’accoglienza.

Il Papa è un vescovo?

Sì, il Papa è un vescovo.

Di quale città?

Di Roma. Il Papa è il vescovo di Roma.

E’ il vescovo di Milano?

No, non di Milano, ma di Roma.

Roma quindi ha il suo vescovo?

Sì, Roma ora ha il suo vescovo.

Cosa fa alla fine Papa Francesco?

Ringrazia. Il Papa ringrazia.

Cosa dice il Papa alla fine della frase?

Il Papa dice “grazie”

Quando lo dice?

Alla fine della frase

Chi ringrazia?

I fedeli. Il Papa ringrazia i fedeli.

Il Papa ringrazia gli infedeli?

No, non gli infedeli. Il Papa ringrazia i fedeli, non gli infedeli.

E prima di tutto, vorrei fare una preghiera con il nostro Vescovo emerito, Benedetto XVI (sedicesimo).

Cosa vorrebbe fare il Papa?

Una preghiera. Il Papa vorrebbe fare una preghiera.

Per chi vorrebbe pregare il Papa?

Per Benedetto XVI. Il Papa vorrebbe pregare per Benedetto XVI.

Chi è Benedetto XVI?

Il Papa emerito. Benedetto XVI è il Papa emerito.

Chi era il Papa prima di papa Francesco?

Papa Benedetto XVI. Prima di papa Francesco il Papa era Benedetto XVI.

E dopo di Benedetto XVI? Chi è venuto dopo?

Dopo di lui è venuto Papa Francesco.

Preghiamo tutti insieme per lui, perché il Signore lo benedica e la Madonna lo custodisca.

Chi è che prega?

Il Papa, il Papa prega.

Prega da solo il Papa?

No, non da solo. Il Papa non prega da solo.

Con chi vuole pregare papa Francesco?

Con tutti i fedelifedele. Il Papa vuole pregare con tutti i fedeli.

Chi viene pregato?

Dio viene pregato.

Chi prega il Papa?

Prega Dio, il Papa prega Dio.

Per chi prega? Per chi prega il Papa?

Per lui.

Lui chi?

Benedetto XVI. Il Papa vuole pregare tutti insieme per Benedetto XVI.

Perché? A quale scopo?

Perché il signore lo benedica e la Madonna lo custodisca.

Chi è che deve benedire Benedetto XVI?

Il signore! Dio lo deve benedire.

Chi è che lo deve custodire?

La Madonna. La Madonna lo deve custodire.

Chi è che viene custodito dalla Madonna?

Benedetto XVI. Lui viene custodito dalla Madonna. Benedetto XVI viene custodito dalla Madonna.

E chi è che viene benedetto? Chi?

Benedetto XVI. Lui è benedetto da Dio, dal Signore.

Da chi viene benedetto?

Da Dio, viene benedetto da Dio, dal Signore

E adesso incominciamo questo cammino, Vescovo e popolo.

Quando incominciano questo cammino, Vescovo e popolo?

Adesso, adesso incominciano questo cammino, Vescovo e popolo.

Cosa incominciano adesso?

Questo cammino, incominciano questo cammino.

Chi è che comincia il cammino?

Il Vescovo ed il popolo.

Insieme?

, insieme, Vescovo e popolo insieme.

Il Vescovo ed il popolo iniziano il cammino separati?

No, non separati, ma insieme. Iniziano il cammino insieme.

Con chi inizia il cammino il Vescovo?

Col popolo, insieme al popolo.

E con chi inizia il cammino il popolo?

Col Vescovo, insieme al Vescovo.

Chi è il vescovo?

È il Papa. Il Vescovo è il Papa.

Questo cammino della Chiesa di Roma, che è quella che presiede nella carità tutte le chiese.

IL cammino di quale Chiesa?

Della Chiesa di Roma, il cammino della Chiesa di Roma.

Qual è la Chiesa che presiede in carità tutte le Chiese?

La Chiesa di Roma. È la Chiesa che presiede in carità tutte le Chiese.

La Chiesa di Roma è quella più importante?

Sì, la Chiesa di Roma è la più importante.

Quante Chiese presiede la Chiesa di Roma, in carità?

Tutte. La Chiesa di Roma presiede in carità tutte le Chiese.

La Chiesa di Roma, sta davanti o dietro alle altre Chiese?

Davanti, la Chiesa di Roma sta davanti.

La Chiesa di Roma, presiede o è presieduta nella carità dalle altre Chiese?

Presiede. La Chiesa di Roma le presiede.

Non è presieduta?

No, non è presieduta; ma le presiede.

Non è la più importante?

Sì, è la più importante, certo. La Chiesa di Roma è la più importante.

Cosa presiede la Chiesa di Roma?

Presiede le altre Chiese.

Cosa presiede?

Presiede le altre Chiese.

Qual è la Chiesa che presiede tutte le altre?

Quella di Roma. La Chiesa che presiede tutte le altre è quella di Roma.

In cosa le presiede?

In carità. Le presiede in carità.

Ci sono Chiese che presiedono quella di Roma nella carità?

No, non ce ne sono. Non ci sono chiese che presiedono quella di Roma nella carità.

Quante sono le chiese che presiedono quella di Roma?

Zero, nessuna Chiesa.

Un cammino di fratellanza, di amore, di fiducia fra noi.

Un cammino di cosa?

Di fratellanza, di amore e di fiducia.

Un cammino di ostilità, di odio e di sfiducia?

No, non di ostilità, ma di fratellanza. Non di odio, ma di amore. Non di sfiducia, ma di fiducia.

Noi dobbiamo camminare insieme come fratelli? Un cammino di fratellanza?

Sì, come fratelli, dobbiamo camminare insieme come fratelli. Un cammino di fratellanza.

Noi dobbiamo camminare insieme con amore? Un cammino di amore?

Sì, dobbiamo camminare insieme con amore. Un cammino di amore.

Dobbiamo camminare insieme con fiducia? Un cammino di fiducia?

Sì, dobbiamo camminare insieme con fiducia. Un cammino di fiducia.

 Fra chi ci deve essere fratellanza, amore e fiducia?

Fra noi, è fra noi che deve esserci fratellanza, amore e fiducia.

La fiducia è fra noi?

Sì, certo, la fiducia è fra noi.

Come l’amore?

Sì, come l’amore. Anche l’amore è fra noi.

E come la fratellanza anche?

Esatto, anche la fratellanza è fra noi.

Preghiamo sempre per noi, l’uno per l’altro, preghiamo per tutto il mondo, perché ci sia una grande fratellanza.

Chi deve pregare?

Noi dobbiamo pregare.

Per chi? Per chi dobbiamo pregare?

Per noi. Dobbiamo pregare per noi.

Qualche volta? Dobbiamo pregare qualche volta?

No, sempre, non qualche volta. Dobbiamo pregare sempre.

Dobbiamo pregare l’uno per l’altro?

Sì, esattamente. L’uno per l’altro.

Per chi deve pregare ognuno di noi?

Per gli altri. Deve pregare per gli altri. Ognuno di noi deve pregare per gli altri.

Tutti devono pregare?

Sì, tutti. Tutti devono pregare.

Ognuno prega per gli altri?

Sì, ognuno prega per gli altri. L’uno per l’altro.

Preghiamo per tutto il mondo?

Sì, per tutto il mondo.

Per tutte le persone del mondo?

Esatto, proprio così.

Perché?

Perché ci sia una grande fratellanza.

Affinché ci sia fratellanza?

Esatto, affinché ci sia fratellanza, perché ci sia fratellanza.

La fratellanza è l’obiettivo?obiettivo

Sì, certo, è la fratellanza l’obiettivo.

Per quale motivo dobbiamo pregare l’uno per l’altro?

Affinché ci sia fratellanza, perché ci sia fratellanza.

È questo il motivo? La fratellanza?

Sì, è proprio questo il motivo, è la fratellanza l’obiettivo.

Dobbiamo pregare per avere una GRANDE fratellanza o una piccola fratellanza?

Una grande fratellanza. Perché ci sia una grande fratellanza.

Perché ci sia ostilità?

No, non ostilità, ma fratellanza. Perché ci sia fratellanza.

Cosa deve esserci fra noi?

Deve esserci fratellanza. Una grande fratellanza.

E cosa dobbiamo fare perché ci sia fratellanza?

Dobbiamo pregare per tutto il mondo, affinché ci sia fratellanza.

Vi auguro che questo cammino di Chiesa che oggi incominciamo (e chi mi aiuterà, il mio cardinale vicario qui presente), sia fruttuoso per l’evangelizzazione di questa tanto bella città.

Cosa incominciamo oggi?

Iniziamo questo camino di Chiesa

Quand’è che iniziamo questo cammino di Chiesa?

Oggi, lo cominciamo oggi, lo iniziamo oggi.

Lo abbiamo già iniziato?

No, lo iniziamo oggi, lo cominciamo oggi. Non lo abbiamo già iniziato. Inizia oggi.

Quando inizia il cammino?

Oggi, il cammino di Chiesa inizia oggi.

Il Papa ci augura qualcosa?

Sì, il Papa ci augura qualcosa.

Cosa ci augura il Papa?

Ci augura che questo cammino di Chiesa sia fruttuoso.

Il Papa spera per noi che questo cammino di Chiesa sia fruttuoso?

Esattamente, il Papa spera per noi che questo cammino di Chiesa sia fruttuoso.

Il Papa augura a chi, che questo cammino di Chiesa sia fruttuoso?

A noi, lui lo augura a noi.

A chi lo augura?

Lo augura a noi. Il Papa lo augura a noi.

Lo augura a se stesso?

No, non a se stesso, ma a noi. Lo augura a noi.

Il Papa ci augura che questo cammino dia dei frutti?

Sì, il Papa spera per noi che questo cammino dia dei frutti, che questo cammino sia fruttuoso.

Chi è che oggi incomincia il cammino di Chiesa?

Noi, noi oggi incominciamo il cammino di Chiesa. Noi lo iniziamo, noi lo cominciamo.

Chi aiuterà il Papa?

Il Vicario. Il Vicario aiuterà il Papa.

Il Vicario darà una mano al Papa?

Sì, gli darà una mano, lo aiuterà.

Il Vicario lo aiuterà? O la aiuterà?

Sì, il Vicario lo aiuterà.

Il Vicario aiuterà Sua Santità?

Sì, il Vicario aiuterà Sua Santità Papa Francesco.

Dov’è il Vicario? E’ assente?

No, è lì presente. Il Vicario è lì presente.

C’è il Vicario o non c’è con il Papa?

C’è! Il Vicario è lì col Papa, è lì insieme al Papa.

E’ lì insieme a Sua Santità?

Infatti, si trova lì, con Sua Santità

Sta da un’altra parte il Vicario?

No, non sta da un’altra parte.

E dove sta? Nello stesso luogo?

Esatto, sta lì, nello stesso luogo in cui si trova il Papa.

Il cammino sarà fruttuoso?

Sì, sarà fruttuoso il cammino.

E quali saranno i frutti (FRUITS) del cammino?

L’evangelizzazione (EVANGELIZATION) di Roma. I frutti saranno l’evangelizzazione di Roma.

Qual è la città che verrà evangelizzata?

Roma. La città che verrà evangelizzata è Roma.

Roma è una città bella?

Sì, Roma è una città bella.

Tanto bella?

Sì, certo, molto bella.

A papa Francesco piace Roma?

Sì, al Papa piace molto Roma.

Secondo lui è una bella città?

Certo, secondo lui è una città molto bella.

Secondo l’opinione di chi, Roma è una bella città?

Secondo l’opinione di papa Francesco.

Qual è il suo parere? Qual è il parere di papa Francesco su Roma?

Il suo parere è che Roma sia una bella città.

E’ questa la sua opinione su Roma, è questo il suo parere sulla città di Roma?

Sì, è esattamente questo il suo parere, la sua opinione.

Adesso vorrei dare la benedizione, ma prima, prima vi chiedo un favore.

Chi vorrebbe dare la benedizione?

Papa Francesco vorrebbe dare la benedizione.

Quando la vorrebbe dare? Domani?

No, non domani ma adesso. Adesso vorrebbe darla.

Ora?

Sì, ora, adesso.

Cosa vorrebbe dare ora?

La benedizione. Vorrebbe dare la benedizione.

Vorrebbe avere la benedizione?

No, non avere, ma dare, vorrebbe dare la benedizione.

La benedizione vorrebbe averla oppure vorrebbe darla?

Vorrebbe darla. Il Papa vorrebbe dare la benedizione.

Cosa vorrebbe fare prima di dare la benedizione?

Prima ci chiede un favore.

Cosa fa prima?

Ci chiede un favore.

Lo chiede a tutti noi il favore?

Sì lo chiede a tutti noi.

Cosa chiede il Papa?

Un favore. Chiede un favore.

Il papa riceve un favore?

No, non lo riceve, ma lo chiede, lo domanda.

Prima che il Vescovo benedica il popolo, vi chiedo che voi preghiate il Signore perché mi benedica.

Prima o dopo che il Vescovo benedica il popolo, gli chiede di pregare (TO PRAY)?

Prima. Il Papa chiede al popolo di pregare prima che il Vescovo lo benedica.

Prima di cosa?

Prima che il Vescovo benedica il popolo.

Chi deve benedire il popolo?

Il Vescovo di Roma, il Papa benedice il popolo.

 Il Vescovo benedirà il popolo prima o dopo che il popolo avrà pregato?

Dopo. Il Papa benedirà il popolo dopo che il popolo avrà pregato.

Verrà prima la benedizione o la preghiera?

Prima la preghiera. Prima verrà la preghiera, poi verrà la benedizione.

Una volta che la preghiera sarà terminata, il Papa cosa darà al popolo?

La benedizione. Dopo che la preghiera sarà terminata, il Papa gli darà la benedizione, al popolo.

Cosa deve fare il popolo? Benedire il Papa?

No, il popolo, deve pregare.

Cosa deve fare il Papa? Benedire il popolo?

Esatto, il Papa deve benedire il popolo.

Per chi deve pregare il popolo?

Per il Vescovo di Roma. Il popolo deve pregare per il Vescovo di Roma.

Chi deve pregare il popolo?

Il Signore. Il popolo deve pregare il Signore.

Verso chi devono essere rivolte le preghiere del popolo?

Verso il Signore, Le preghiere devono essere rivolte al Signore

Il popolo deve pregare il Signore?

Sì, il Signore. Il popolo deve pregare il Signore.

Il Papa chiede che il popolo preghi il Signore?

Esatto, questo chiede il Papa, chiede che il popolo preghi il Signore.

Perché? Perché il popolo deve pregare il Signore?

Perché Lui lo benedica. Perché il Signore lo benedica.

Perché il Signore benedica chi?

Il Papa. Perché il Signore benedica il Papa.

Chi è che benedice?

Il Signore benedice.

Chi è che viene benedetto?

Il Papa viene benedetto.

La preghiera del Popolo chiedendo la benedizione per il suo vescovo.

Di chi è quindi la preghiera?

Del popolo. La preghiera è del popolo.

La benedizione è per il popolo?

No, la benedizione non è per il popolo, ma è per il suo vescovo.

La preghiera è del Papa? oppure è per il Papa?

La preghiera è per il Papa.

Facciamo in silenzio questa preghiera di voi su di me.

Facciamo questa preghiera in silenziosilenzio?

Sì, facciamo questa preghiera in silenzio.

Facciamo la preghiera facendo rumore?

No, non facendo rumore, ma facendo silenzio.

Cosa va fatta in silenzio?

La preghiera. La preghiera va fatta in silenzio.

 Mentre preghiamo possiamo parlare?

No, non possiamo parlare. Mentre preghiamo non possiamo parlare.

Possiamo battere le mani?

No, non possiamo neanche battere le mani.

Dobbiamo stare in silenzio?

Esatto, dobbiamo stare in silenzio.

FINE


 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...