Parla come mangi


o

Audio

Trascrizione

screenshot_2016-07-03-12-34-31.pngBuongiorno amici di Italiano Semplicemente. Oggi non è una giornata delle migliori, visto che ieri sera l’Italia come avrete visto ha perso con la Germania ai quarti di finale dei campionati europei di calcio. Peccato perché avevamo fatto una scommessa co alcuni amici di Facebook, Ora mi tocca andare sul gruppo di Facebook e scrivere “FORZA GERMANIA”. Non è una grande fatica, ma avrei preferito che l’Italia si qualificasse per le semifinali. In ogni caso oggi volevo spiegarvi una espressione molto utilizzata da tutti gli italiani. E’ una espressione informale, quindi si utilizza soltanto con gli amici, con gli amici più ristretti, con i parenti ecc.

Non si tratta di una parolaccia, ma semplicemente di una espressione di utilizzo quotidiano. L’espressione è “parla come mangi”.

Parla come mangi è una espressione che si rivolge ad una persona alla quale si da per tu: Io parlo, tu parli. E quando ci si rivolge ad una persona gli si dice: parla come mabgi. Cosa significa? Dovete sapere che una delle caratteristiche soprattutto dei politici italiani è quella di parlare in maniera molto complicata, di esprimersi con quello che si chiama il “politichese”. Politichese è una parola che deriva da “politica”. L’italiano, come sapete, è una lingua molto difficile, e spesso i politici italiani, cioè coloro che si occupano di politica, cioè coloro che sono stati eletti dai cittadini italiani per governare l’Italia, spesso queste persone si esprimono in politichese, cioè parlano in maniera molto complicata per evadere una risposta, per spiegre una qualsiasi concetto, anche se molto semplice, in modo molto difficile. Perché fanno questo?

Fanno questo perché evidentemente non sanno cosa rispondere, o perché non vogliono scontentare una parte della popolazione italiana. Il politichese è il linguaggio che utilizzano moltissimi politici, ed effettivamente è molto complicato riuscire a comprenderlo, anche perché nella maggioranza dei casi, quando si parla il politichese, non si sta dicendo nulla in particolare.

In ogni caso, perché ho detto questo? Perché volevo spiegare l’espressione “parla come mangi”. Quando un politico italiano si esprime in politichese, quando un politico italiano parla il linguaggio politichese, ci verrebbe voglia di dirgli “parla come mangi”.

Quindi si dice a questa persona “parla come mangi”. Sapete tutti che mangiare è un’attività che tutti facciamo nello stesso modo: c’è un solo modo di mangiare. Ci possono essere più modi di masticare; c’è chi mangia più o meno velocemente, c’è chi mastica il cibo più o meno a lungo, ma mangiamo tutti nello stesso modo. Di conseguenza se un politico parlasse come mangiasse, se parlasse come mangiasse, si capirebbe tutto; il suo linguaggio sarebbe molto più comprensibile e tutti riuscirebbero a capirlo. Quindi se una persona italiana vi parla in maniera molto complicata, e se voi avete capito che quello che sta dicendo è una cosa semplice, ma che si sta esprimendo in maniera molto difficile, potreste semplicemente dire a questo italiano: “parla come mangi!”, oppure “ma perché non parli come mangi?”.

Parla come mangi quindi è una espressione italiana molto diffusa. Ovviamente non si può pronunciare nei confronti di persone che non conoscete, perché se questa persona è italiana sicuramente si offenderebbe, quindi  non la pronunciate verso un professore universitario italiano, o verso un qualsiasi italiano che non conoscete, ma soltanto mentre parlate con i vostri amici. È una frase che potreste dire anche al vostro fidanzato, o alla vostra fidanzata italiana, qualora si verificasse un episodio per il quale voi steste richiedendo delle spiegazioni.

Se ad esempio il vostro fidanzato italiano non risponde al telefono tutta lòa sera, il giorno dopo, alla domanda: “perché non rispondevi al telefono ieri sera?”, allora lui potrebbe dire “ma, sai, veramente avevo un problema che poi si è parzialmente risolto, perché sai, il mio telefono nuovo non ha una connessione internet molto buona, e non aveva molto campo, poi sai, l’avevo appena formattato perché la memoria era piena, ed ho avuto dei problemi di ricezione della linea!”.

Allora voi potreste dire al vostro fidanzato: ma perché non parli come mangi? Dimmi la verità, cosa è successo ieri sera, perché  non rispondevi, perché avevi il telefono staccato?”

Quindi quando si vuole esprimere un concetto molto facile ma si utilizzano dei “giri di parole” molto complicati, ebbene, è il caso di pronunciare l’espressione: “parla come mangi!”.

Quindi parla come mangi che io utilizzo ogni qualvolta vedo la televisione ed ascolto un politico italiano parlare a proposito ad esempio delle tasse, e se il giornalista domanda al politico italiano una qualsiasi domanda sulle tasse (le tasse sono i soldi cher si pagano allo stato Italiano) di conseguenza, ogni qualvolta un politico si debba esprimere sulle tasse, è molto complicato perché da una parte ci sono gli italiani che le tasse le pagano, e che vorrebbero che il politico dicesse loro che tutti devono pagare le tasse, e in realtà soltanto la metà degli italiani paga le tasse, più o meno. Chi può evade le tasse. Evadere le tasse significa non pagare le tasse. Gli evasori  quindi sono coloro che evadono le tasse, cioè non le pagano.

Questo politico però non si rivolge soltanto alle persone che pagano le tasse, ma anche alle persone che non le pagano. Ed allora nella sua risposta deve accontentare anche queste persone, deve far felici anche le persone che non pagano le tasse, quindi non potrebbe dire: “adesso io, se vincerò le elezioni, farò in modo che tutti paghino le tasse”.

Non lo può dire perché altrimenti non avrà il voto degli italiani che non pagano le tasse. Dio conseguenza dirà: “sì, è giusto pagare le tasse, perché con i soldi delle tasse lo Stato può fornire più servizi ai cittadini” però nello  stesso tempo dirà che le tasse sono molto alte, quindi occorre anche che l’azione dello stato sia rivolta anche alla riduzione delle tasse, perché in questo modo molti imprenditori non ce la fanno a pagare le tasse, e quindi se queste persone pagassero le tasse la loro attività lavorativa non potrebbe continuare, quindi queste persone fallirebbero: fallirebbero viene dal verbo “fallire”, che vuol dire non essere più nelle condizioni economiche di continuare una attività lavorativa.

Quando fallisce una attività lavorativa vuol dire che le spese sono maggiori delle entrare, gli incassi sono mi9nori delle spese: si spende di più di quanto si guadagna e di conseguenza l’azienda fallisce, l’impresa fallisce perché si pagano troppe tasse. Quindi questo politico deve far contente entrambe le parti: si colui che paga le tasse, sia coloro che non le pagano, quindi non darà una risposta semplice, come sarebbe il fatto di dire: “tutti devono pagare la tasse perché non è giusto che soltanto la metà degli italiani paghino le tasse”. Questa risposta non la avrete mai da un politico italiano, ma questo politico tenderà sempre delle risposte che accontentino le due parti. E lo farà in un linguaggio molto complicato, non con le parole che ho usato io, ma si esprimerà con un giro di parole molto complicato e, in buona sostanza che non ha detto nulla. In pratica non ha risposto alla domanda. Credo che sia abastanza chiaro il concetto di “parla come mangi”.

La frase idiomatica in questione la possiamo tranquillamente inquadrare nella categoria “sintesi e chiarezza”. Sintesi e chiarezza sono due argomenti che ho affrontato anche nel corso di Italiano Professionale, dove siamo arrivati per il momento alla lezione numero sei. All’interno di questa lezione (la lezione numero 2) abbiamo visto molte frasi idiomatiche che hanno a che fare con la sintesi e con la chiarezza. Anche questa frase “parla come mangi” è una frase che si può tranquillamente inquadrare all’interno della categoria: “chiarezza”, perché chi parla in modo complicato, chi si esprime in politichese sicuramente non è chiaro.

Ok, adesso facciamo il nostro solito esercizio di ripetizione, molto importante perché iun questo modo potete esercitare la vostra pronuncia e i vostri muscoli della bocca. In questo modo alla vostra capacità di comprendere l’italiano (perché se state qui, in questo momento, ad ascoltare questo podcast, vuol dire che siete capaci di capire l’italiano), ebbene potrete anche esercitarvi nella pronuncia. Quindi se volete potete ripetere dopo di me, senza pensare alla grammatica (anche se in questa frase ce n’è veramente poca). Di conseguenza ripeterò la frase cinque volte, e vi lascerò il tempo di ripetere dopo di me.

Parla come mangi

…….

Parla come mangi

…….

Parla come mangi

…….

Parla come mangi

…….

Parla come mangi

…..

Scusate oggi non ero nelle condizioni migliori per registrare un podcast, per via della partita di ieri sera con la Germania sono un po’ triste. Ora devo pagare il mio pegno e scrivere su Facebook la frase “forza Germania”.

Ciao a tutti ragazzi.

 

 

Annunci

Un pensiero su “Parla come mangi

  1. Salve, in riunioni famigliari quando una persona parla in maniera incomprensibile gli dicono: “ma, parla come t’ha fatto mamma” invece in altre ocassioni specialmente se si stá parlando di politica per far sapere a chi parla con parole diciamo ricercate, raffinate che cio che dice e incomprensibile “…E vivva il dottore”

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...