I verbi professionali: valutare 


Sommario del corso di Italiano Professionale

Audio

Buongiorno e benvenuti sulla sezione del corso di Italiano Professionale dedicato ai verbi.

copertina_corso_di_italiano_professionale

In questa speciale sezione si vuole conoscere ed approfondire l’utilizzo di alcuni verbi particolari, quei verbi che si utilizzano molto spesso nel mondo del lavoro e molto raramente  nella vita di tutti i giorni.  Credo sia importante che chi lavori in Italia,  anche se fa dei lavori semplici come il pizzaiolo,  il muratore, la badante o la babysitter, sappia che non esistono solamente i verbi di uso più comune, quelli più utilizzati come fare, essere, avere, mettere, mangiare dormire pensare eccetera,  ma che esistono anche moltissimi verbi che talvolta non si possono sostituire con altri più facili.

Con il 2017 iniziamo quindi questo viaggio nel mondo dei verbi professionali, argomento  tra l’altro che non potete trovare su internet e su nessun libro al mondo.

È quindi una esclusiva di italiano semplicemente. Si tratterà di podcast piuttosto brevi,  disponibili per tutti, almeno riguardo al file audio. La trascrizione ed il file PDF sarà invece disponibile solamente per chi ha già prenotato il corso di italiano professionale.

Iniziamo oggi col verbo  “valutare“.

—–

La trascrizione completa in PDF è disponibile per chi ha prenotato il corso. 

QUESTA PRIMA LEZIONE SARA’ DISPONIBILE PER TUTTI!

——

valutare_immagine

Valutare è uno speciale verbo, abbastanza semplice da usare, poco usato nel linguaggio parlato e molto anzi moltissimo allo scritto, soprattutto nei rapporti commerciali e istituzionali.

Nel linguaggio parlato valutare è facilmente sostituibile col verbo “capire” o “pensare“, o anche “studiare”.

Ad esempio se nella vostra attività vi propongono un affare e voi dovete pensare se accettare questo affare oppure no, potete rispondere con la frase:”ci devo pensare” o “devo capire se questo è un affare conveniente” ma nella forma scritta è molto più professionale e più probabile che gli italiani utilizzino un’altra forma:

“devo valutare la convenienza dell’affare”

oppure

Occorre valutare l’effettiva convenienza della proposta

Oppure usare la parola valutazione:

Faremo una attenta valutazione della proposta

Dopo aver effettuato una attenta valutazione della proposta daremo la nostra risposta

 

È quindi un verbo utilizzatissimo nella forma scritta, anche per email, e dà un tono molto più professionale alla vostra risposta, perché valutare significa studiare attentamente, analizzare,  valutare pro e contro,  pensare cioè ai fattori positivi ed agli elementi negativi,  valutare implica quindi una analisi attenta,  non un semplice pensiero,  una analisi approfondita  e tipica di chi sa gestire la propria attività con professionalità.

Le persone pensano, i professionisti valutano. Quindi usare il verbo valutare ci rende , all’orecchio di chi ci ascolta o all’occhio di chi ci legge, più affidabili,  più seri, più professionali,  più attenti alla clientela e più abituati ai rapporti professionali. Insomma l’uso di un semplice verbo come valutare può sicuramente aiutarci nel nostro lavoro. Per chi non è interessato al lavoro, è comunque un verbo utilizzabile in ogni contesto.

Nessun italiano si stupirà se, al supermercato, mentre fate la spesa,  dite:

devo valutare se acquistare il pane normale oppure quello integrale

oppure se in famiglia un uomo dica alla moglie:

dobbiamo valutare se questo week end  sia il caso di andare a trovare i miei genitori oppure di fare una gita in campagna

Più comunemente si può usare al posto di “misurare”. Ad esempio:

la valutazione del profitto degli studenti di un corso di italiano

Inoltre si parla spesso di:

la valutazione politica della situazione, la valutazione dei risultati elettorali, la valutazione d’impatto ambientale

È quindi un verbo che vi consiglio di utilizzare spesso perché non pone nessun problema.  Si usa spesso dopo il verbo dovere (dobbiamo valutare),  o dopo il verbo avere (abbiamo valutato): con dovere al presente, con avere al passato. Oppure dopo parola “occorrerebbe(occorrerebbe valutare bene la situazione) o “bisognerebbe(bisognerebbe valutare),  o anche, al presente,  dopo “occorre” o “bisogna“.

Può essere usato anche col verbo essere, ma questo è un caso particolare: in questo caso infatti “essere valutati” significa essere oggetto di valutazione: ciò che viene valutato è chi parla, la persona che parla. Questo accade ogni volta che partecipiamo ad un concorso, ad esempio, o ad una selezione,  per ottenere un posto di lavoro.  Tutti coloro che partecipano ad una selezione vengono valutati per decidere chi è il migliore cioè  colui o colei che ha ricevuto la migliore valutazione.

Valutare però è anche un verbo che è molto utilizzato in senso economico: nel commercio valutare significa “Determinare il valore commerciale di un bene o di un servizio, esprimendolo in moneta, quindi valutare significa assegnare ad un oggetto un valore di mercato, o quel valore che si ritiene giusto o conveniente. Ad esempio se parlo di un appartamento, posso dire:

L’appartamento è stato valutato 1 milione di euro;

L’orefice valutò il mio anello mille euro

Quindi in questo caso la valutazione è una semplice valutazione economica, finalizzata a determinare il valore commerciale di qualcosa, qualcosa che evidentemente è stata messa in vendita, oppure è stato danneggiato, allora possiamo dire, se vogliamo calcolare i danni derivanti da un terremoto ad esempio:

Bisogna valutare l’entità del danno derivato dal terremoto

Facciamo un piccolo esercizio di ripetizione quindi, con esempi concreti di applicazione: ripetete dopo di me senza prestare attenzione alle regole grammaticali ma semplicemente ed unicamente al tono della mia voce:

– devo valutare attentamente

—-

– occorre valutare bene prima di decidere

—-

– bisognerebbe valutare con attenzione prima di prendere una decisione

—-

– Ho valutato attentamente la questione

—-

– abbiamo dovuto valutare con attenzione

—-

– avremmo dovuto valutare bene prima di decidere

—-

– avremmo potuto e dovuto valutare meglio

—-

Ciao amici e il prossimo verbo sarà “disporre“.

prenota-il-corso

Video con sottotitoli

2 pensieri su “I verbi professionali: valutare 

  1. buona spiegazione di questo verbo! Mi piace imparare dei verbi o vocaboli un po’ insoliti e le loro alternative resp. sinonimi. Così si arricchisce il proprio vocabolario. Grazie Gianni

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.