533 Sfondare una porta aperta

Sfondare una porta aperta (audio)

Trascrizione

Una espressione molto utile quando si parla con una persona e ci si scambiano delle opinioni, è: sfondare una porta aperta.

Vediamo un esempio:

Sai, io sono sposato da 20 anni e credo – non so se sei d’accordo – che due coniugi non dovrebbero condividere tutte le 24 ore della propria vita e stare così sempre insieme condividendo tutte le esperienze.

La persona che ascolta, se è completamente d’accordo, può dire:

Guarda, con me sfondi una porta aperta. Sono anni che lo dico a mia moglie!

Sfondare infatti significa rompere un oggetto facendone cedere il fondo, per un peso eccessivo, un colpo o una forza capace di perforazione.

In particolare sfondare una porta significa cercare di aprire, anzi, di rompere una porta quando questa è chiusa. Sfondare equivale a rompere nel caso della porta.

Per sfondare una porta basta prendere una bella rincorsa, da lontano, e colpire con forza la porta per aprirla, cosicché si possa riuscire a passare.

Ma se provate a sfondare una porta aperta, non si incontrerà nessuna resistenza: ci si aspetta che la porta sia chiusa e che quindi opponga resistenza, mentre invece la porta si aprirà subito, col minimo sforzo, perché appunto è aperta e non chiusa.

Sfondare una porta aperta è ovviamente un’immagine figurata, per indicare che una persona si aspetta che l’altra abbia un’opinione diversa mentre invece non è affatto così.

Il messaggio è: non affannarti per convincermi, non ce n’è bisogno, perché anch’io la penso come te. Stai sfondando una porta aperta.

Adesso ripassiamo:

Komi: io vorrei dire che in California è stata lanciata una lotteria alla quale potranno partecipare solo i vaccinati contro il Covid. Nell’iniziativa sicuramente, ma come la mettiamo con coloro che il Covid l’hanno già avuto?

Irina: che bella iniziativa. La sposo in toto. Riguardo alla tua osservazione, io lascerei correre, perché coloro che hanno superato la Malattia la loro lotteria l’hanno già vinta.

Khaled: quest’idea è proprio una vera mandrakata per aumentare i vaccini!

405 Inculcare

File audio disponibile per i membri dell’associazione Italiano Semplicemente  Italiano (ENTRA)

Se non sei membro ma ami la lingua italiana puoi registrarti qui

Trascrizione

Giovanni: Chi di voi ha dei figli?

Chiunque abbia dei figli sa bene che deve trasmettere dei valori, deve insegnare l’educazione, deve spiegare come comportarsi eccetera. Allora i genitori devono far entrare nella testa dei figli queste cose, devono cercare di imprimere profondamente nel loro animo delle idee, devono convincerli della validità di certi insegnamenti attraverso l’educazione e l’esempio.

Ebbene in questi casi quale verbo possiamo usare se vogliamo indicare questa trasmissione dei valori?

I genitori vogliono trasmettere i valori, questo è un verbo adattissimo. Essi devono imprimere i valori, lo abbiamo già detto, e imprimere è fare un marchio, simile a stampare nella loro mente. Anche imprimere è un buon verbo che ci fa capire che i valori, gli insegnamenti, l’educazione, una volta impressi, non si modificano, non si possono cancellare, restano per sempre.

Potrei usare anche convincere, ma questo verbo si utilizza perlopiù quando parliamo con una persona che ha una idea diversa dalla nostra e dobbiamo fargli cambiare idea.

Un altro verbo che possiamo usare è inculcare, verbo che dà il titolo a questo episodio. Un po’ difficile forse da pronunciare.

Inculcare non è esattamente come trasmettere e imprimere. Notate che inculcare inizia per “in” che sta per dentro e poi la seconda parte sta per “calcare” cioè spingere, premere, pigiare. Questo verbo lo vediamo meglio nel prossimo episodio ma sappiate che ha il senso di spingere eccessivamente, spingere molto.

Quindi inculcare sta per “spingere dentro”. Si parla di valori, di educazione, quindi i genitori cercano di inculcare nella testa dei loro figli questi valori.

Ma quando si cerca di inculcare qualcosa, idee, concetti, valori nella testa di una persona, il motivo è che si sta facendo fatica a trasmettere queste cose. C’è anche il senso della resistenza da parte di chi deve ricevere queste idee.

I genitori cercano di inculcare il senso del dovere e quello dell’onestà nei loro figli. Non è una cosa facile.

Un professore cerca di inculcare nei suoi studenti l’amore per la sua materia.

I governi di tutto il mondo in questo momento stanno cercando di inculcare nella popolazione l’importanza di mettere la mascherina e di lavarsi le mani.

Il verbo si può anche usare materialmente: se cerco di “inculcare i vestiti nell’armadio” vuol dire che questo armadio è piccolo, e i vestiti c’entrano a fatica. Ad ogni modo il verbo è molto più utilizzato quando si parla di far entrare nella testa dei concetti, delle idee, dei valori, dei sentimenti eccetera, ogni volta che non è una cosa facile da fare.

Adesso ripassiamo:
EMMA: finalmente sembra che avremo un vaccino! Presto Non saremo più in balia del Corona virus.
XIAOHENG: speriamo che nel 2021 non ci imbatteremo in uno nuovo
WILDE: sarebbe un altro anno da annoverare tra i peggiori!
OLGA: Ragazzi, adesso datevi una regolata col pessimismo!
KOMI: Gli addetti ai lavori però dicono che il rischio è sempre alla porta
MARIANA: Vabbè, non ci pensiamo ragazzi. Per ora urge trovare una soluzione per questo di virus.
RAFAELA: Non sarà una bufala questa del vaccino? speriamo bene!

BOGUSIA: Forse sarà una domanda retorica da parte mia, ma non riesco però a tenere a bada la mia voglia di tornare alla normalità. Abbiamo abbozzato a lungo con tutto questo non vi pare? Credo che stiamo prendendo una brutta piega col pessimismo, il che lascia il tempo che trova. Adesso invece, lascio un messaggio all’insegna della positività: tanti auguri e abbiate cura di voi