515 Quand’anche

Quand’anche (scarica audio)

Buongiorno a tutti, visitatori di Italiano Semplicemente, quand’anche non siate membri dell’associazione culturale Italiano Semplicemente.

In questa mia frase ho usato quand’anche, una locuzione che significa “seppure“, “se anche” , oppure “neanche se” , “anche qualora”, “neanche qualora”, “anche/neanche nell’eventualità in cui”, “ammesso che”, “ammesso e non concesso che” “ammesso pure che” , e si usa sempre con il verbo al congiuntivo.

Quando“, quindi, non si usa per esprimere un tempo o un momento particolare, tipo: quando vieni a trovarmi?

Quando, seguito da anche, e quindi apostrofato, serve invece per rafforzare un concetto, per dire che qualcosa è vero o qualcosa accadrà in ogni caso, in un caso o nell’altro.

Se ad esempio voglio dire che io non ti darei un bacio neanche se me lo chiedessi in ginocchio, allora posso dire:

Quand’anche me lo chiedessi in ginocchio, non ti bacerei.

In questo modo il concetto è ancora più chiaro, e quand’anche non lo fosse, ascoltate i seguenti esempi:

Quand’anche fossi gay, cosa ci sarebbe di strano?

Quand’anche tu avessi ragione, io non ti chiederei scusa.

Non riuscirei a finire in tempo il lavoro quand’anche lavorassi tutta la notte.

Attenzione perché non potete dire o scrivere anche/neanche quand’anche!

Poi si può usare anche per fare domande ma devono essere sempre frasi concessive, ovviamente ipotetiche e la conclusione, il risultato, non cambia.

Quand’anche avessi voluto spiegare meglio questa locuzione, questo non avrebbe giustificato un episodio più lungo di 2 minuti.

Irina: se è vero, come è vero, che non voglio dimenticare ciò che ho già imparato, quand’anche capissi l’episodio al primo ascolto, per quanto mi piace la lingua italiana, vado a cercare altri esempi su internet, così da sentirmi subito all’altezza di usare l’espressione senza pensarci troppo.