556 Quanto mai

Quanto mai (scarica l’audio)

Trascrizione

Giovanni: questo episodio vi risulterà quanto mai utile perché sarà dedicato a “mai“, questo avverbio che ha tanti utilizzi diversi, tutti molto utili.

Abbiamo già visto insieme qualcosa su “mai”.

Mi riferisco a “hai visto mai” (episodio 109) e “è possibile mai” (episodio 317).

Oggi è la volta di “quanto mai“.

Anche “quanto” è stato oggetto di numerosi episodi (quantomeno, in quanto tale, questo è quanto, in quanto, tanto quanto, per quanto).

È la prima volta che però quanto e mai stanno insieme.

Vediamo qualche esempio:

Oggi mi sento quanto mai pieno di energie.

Mi sono divertito quanto mai

Sono quanto mai convinto che riuscirò a imparare l’italiano in un solo anno

Da questi esempi è facile capire che “quanto mai” è simile a molto, parecchio, un sacco, moltissimo, tanto, veramente tanto eccetera. C’è un lungo episodio dedicato a “molto” e “tanti” se volete approfondire.

Potrei dire anche “come mai prima”, o anche “assolutamente”.

Ad esempio:

Quanto sei convinto di vincere?

Sono convinto quanto mai.

Sono convinto quanto mai che vincerò la sfida.

Sarebbe un po’ come dire che sono convinto quanto non è mai successo prima. Si esprime quindi un alto livello di convinzione, in questo caso.

Ovviamente in questo caso parlo di convinzione. Potrei parlare di sicurezza, ma non cambia nulla.

Posso dire che:

Sono quanto mai sicuro

Oppure

Sono sicuro quanto mai

Non fa alcuna differenza.

Si può anche sostituire quanto con “più che”:

Oggi ho studiato più che mai

Oggi ho studiato quanto mai

Stesso significato.

Se invertiamo quanto e mai, otteniamo “mai quanto” che può avere un significato simile, ma la maggior parte delle volte ha un significato diverso, perché si usa per fare confronti, per marcare delle differenze:

Visto com’è forte la squadra dell’Italia?

Si, molto forte, ma mai quanto il Belgio.

Come a dire: è forte ma non come il Belgio, non arriva a quel livello.

Oppure:

Oggi ha fatto molto caldo, le temperature sono arrivate a 40 gradi, ma mai come il 2003 quando la temperatura arrivò a 43 gradi.

Mi piace l’inglese, ma mai quanto l’italiano.

Adesso un ripasso tutto brasiliano con Mariana e Lia.

Lia: Credo che Gianni abbia fatto una bisboccia come si deve!

Mariana: Cosa? Come sarebbe a dire una bisboccia?

Lia: Hai visto l’esempio dell’episodio 554? Una moglie tradita dà l’aut aut al marito: o io o lei!

Mariana: e allora? Cosa c’entra con la bisboccia???

Lia: dico che evidentemente era ubriaco!!! Perché io non direi mai “aut aut” . Per la cronaca, io direi: sii fedele oppure prendi le valigie e te ne vai via. O così o pomì. Altro che aut aut!

Mariana: Va beh, smorziamo i toni però. Non lo sai che del matrimonio bisogna accettare tutti gli annessi e connessi?

Lia: ma pensa un po’!!! Questo secondo me non significa essere accondiscendente.