504 Lo sfizio

Lo sfizio (scarica audio)

Lo sfizio

Oggi ci occupiamo dello sfizio, parola diffusissima in tutta Italia, ma di uso colloquiale.

Lo sfizio è una specie di desiderio, ma un desiderio particolare, un desiderio capriccioso.

In effetti sfizio e capriccio sono due sinonimi, e indicano entrambi la voglia di qualcosa.

Non si tratta di desideri importanti, tipo desiderare la pace nel mondo o di avere una famiglia. Gli sfizi sono voglie capricciose, desideri di cose abbastanza futili, di poca importanza; quei desideri che vogliamo soddisfare per divertimento o per avere una soddisfazione personale che ci procura un qualche tipo di gratificazione.

Insomma, vogliamo toglierci uno sfizio.

È proprio questo l’utilizzo principale di questa parola. Lo sfizio è qualcosa che si toglie, qualcosa che vogliamo toglierci. Uso il verbo togliere per indicare il soddisfacimento di questo desiderio, questa voglia, che è quasi un bisogno di essere soddisfatti.

Oggi vado in centro e mi voglio togliere lo sfizio di un bel gelato.

Sarebbe come dire: mi voglio prendere la soddisfazione di gustarmi un bel gelato.

È tanto tempo che desidero farlo, quindi voglio togliermi questo sfizio, questo capriccio. Non voglio più avere questo pensiero in mente.

Spesso si dice anche “è solo uno sfizio” parlando di un desiderio che vogliamo soddisfare. Dicendo “solo” si evidenzia la poca importanza dello “sfizio“. L’utilizzo più frequente resta comunque l’espressione “togliersi lo sfizio“.

L’uso del verbo togliere sta proprio ad indicare la voglia di non avere più un pensiero in mente ed essere così soddisfatti.

Soddisfare una voglia” è molto simile a “togliersi uno sfizio“. E non è un caso che moltissimi esercizi commerciali in Italia si chiamano proprio così: “lo sfizio“, per invitare le persone a soddisfare un loro desiderio; in questo caso un loro appetito.

Questi desideri possiamo chiamarli desideri “sfiziosi“, un aggettivo, questo, che si addice anche alle cose che si mangiano:

Un pranzo sfizioso è un pranzo che ci attrae, ci attira per la sua particolarità, e non vediamo l’ora di assaggiare qualche pietanza.

Ma ci si può togliere uno sfizio in tantissimi modi diversi, non solo attraverso il cibo.

È sufficiente avere una voglia, un piccolo desiderio che, una volta soddisfatto, ci gratificherà.

Hai voglia di mandare a quel paese una persona da tanto tempo?

Dai, togliti questo sfizio e ti sentirai molto meglio.

Irina: manco a farlo apposta, stavo proprio pensando a uno sfizio che vorrei togliermi: andare due settimane in Italia.

Mariana: uno sfizio che potrai toglierti solo virus permettendo.
Hartmut: Siamo ottimisti, sta prendendo corpo l’ipotesi di apertura totale nel mese di giugno in Italia.

Ulrike: Per scrupolo però, sempre meglio aspettare un mesetto prima di prenotare

Emma: Poi con queste varianti: la brasiliana, l’inglese, adesso anche la giapponese… speriamo che a settembre non saremo da capo a dodici