n. 157 – E DIRE CHE – 2 minuti con Italiano semplicemente

File audio

Trascrizione

Giovanni: Oggi episodio n. 157 della rubrica “2 minuti con Italiano Semplicemente“.

Già siamo arrivati a 157?

E dire che mi sembra ieri che abbiamo iniziato!

“e dire che” è l’espressione di oggi.

Si può sostituire con “e pensare che“.

Utilizzatissima nel linguaggio informale, una frase che esprime uno stupore, esprime una contrapposizione tra una realtà e un’altra realtà.

Quanto è passato da quando ci conosciamo? 30 anni? Mamma mia! E dire che sembra ieri!

Poi ci siamo sposati, e pensare che la prima volta che ti ho visto non mi piacevi per niente!

La lettera è all’inizio ha un ruolo fondamentale, se la togliete la frase no ha più lo stesso significato. Inoltre si usa sempre il verbo all’infinito: dire  pensare. Non potete usare altri verbi.

Non mi dite che sono riuscito a restare nei due minuti? Allora ripassiamo finché siamo in tempo:

Ulrike (Germania 🇩🇪):

Quando mi sveglio di notte ed i pensieri ogni due per tre cominciano a ronzarmi per la testa, non riesco a riaddormentarmi. Non lascio nulla di intentato per interrompere questo ronzio dei pensieri. Spesso però, per non andare in tilt mi vedo costretta ad alzarmi. Il giorno dopo una tale notte mi si deve pendere con le molle. 😣

L’Inizio e/o la fine di ogni episodio dei “due minuti con italiano semplicemente” servono a ripassare le espressioni già viste e sono registrate dai membri dell’associazione. Se vuoi migliorare il tuo italiano, anche tu puoi diventare membro. Ti aspettiamo!

Annunci