L’emiciclo – POLITICA ITALIANA

File audio disponibile per i membri dell’associazione Italiano Semplicemente (ENTRA)

Se non sei membro ma ami la lingua italiana puoi registrarti qui

 

L’emiciclo

Parliamo ancora di politica e dei termini di esclusivo uso in ambito politico.

Questa è la volta dell’emiciclo.

Questo termine deriva dall’architettura, infatti si tratta di un mezzo cerchio, cioè di un elemento di forma semicircolare. Emi significa “mezzo”, in lingua greca, mentre la parola ciclo deriva da kyklos che indica il concetto di “cerchio”.

Quindi metà cerchio = emiciclo.

Non è strano fare queste composizioni. Pensate alla bicicletta, che ha due ruote, quindi due cerchi, quindi bi (che significa due) più “cicletta” che è un diminutivo di ciclo. Oppure pensate alla motocicletta, che ha il motore.

Questo “emiciclo” (metà cerchio) è un termine che nella politica viene spesso usato per indicare le due aule più importanti della politica italiana: la Camera dei deputati a Montecitorio oppure il Senato della Repubblica a Palazzo Madama. Sapete infatti che il sistema parlamentare italiano ha due camere. Si dice allora che è un sistema “bicamerale“.

Infatti le due aule, la camera dei deputati e il Senato sono aule composte da tante postazioni, tanti sedili, disposti a forma di emiciclo. Un semicerchio.

Questa in realtà è la forma di molte grandi stanze, molte sale che servono a fare riunioni, dove i sedili sono disposti a semicerchio. Ma quando si parla dell’emiciclo, al TG o sui giornali, è quasi sempre la camera dei deputati o il Senato, che insieme rappresentano il parlamento italiano.