799 Men che meno

File audio e trascrizione in PDF disponibili ai membri dell’associazione Italiano Semplicemente

ENTRA REGISTRATI

Video Youtube

Men che meno

La locuzione di oggi è “Men che meno”.

Iniziamo dalla prima parola.

“Men” non è uomini in inglese, ma è l’abbreviazione di meno.

In pratica la locuzione sarebbe “meno che meno”, ma lo sapete che noi italiani siamo fissati e quando una parola o una frase non suona bene, cerchiamo di trovare una soluzione e spesso questa soluzione consiste proprio nell’abbreviare una parola o anche nel modificarla.

Questo non è certamente l’unico caso. Basti pensare a “in men che non si dica”, “l’un l’altro”, “ancor meno”, “ancor più”, “chi non risica non rosica” e tante altre.

“Men che meno” quindi è esattamente come “meno che meno”, dunque significa “ancora meno”.

Ovviamente non possiamo dire “più meno” anche se potrebbe venire in mente una cosa simile. Cancellatela subito dalla mente!

Men che meno” si usa per enfatizzare una negazione in una frase in cui abbiamo già negato qualcos’altro. Es:

Quando andavo a scuola, in italiano non ho mai preso una sufficienza, e men che meno in matematica.

Posso dire “peggio ancora” in molti casi.

Sono sempre andato male in italiano e peggio ancora in matematica.

“Peggio ancora” è esattamente come “ancora peggio”.

Se usassi “neanche” sarebbe una negazione dello stesso grado, se così possiamo dire. Invece noi vogliamo enfatizzare ancor di più la negazione.

Men che meno” è simile anche a figuriamoci o figurati, che infatti a volte si usano allo stesso modo:

Se non posso permettermi di andare in vacanza al mare vicino casa, figuriamoci se posso andare all’estero.

Dunque:

Quest’anno non mi posso permettere di andare in vacanza al mare, men che meno all’estero.

Un altro modo curioso, usato soprattutto a Roma ma velocemente diffuso nel resto dello stivale, è usare l’espressione, “peggio mi sento“:

Normalmente si usa “meglio mi sento” che si può usare in frasi come:

Più viaggio, meglio mi sento

Più gioco a calcio, meglio mi sento

Eccetera.

In questi casi si vuole sottolineare un’attività che vi fa sentire bene, e questo sentimento, questo benessere aumenta con l’aumentare di questa attività.

In modo opposto si può usare “peggio mi sento” :

Più tempo passo in ufficio, peggio mi sento

Evidentemente meglio lavorare meno.

In realtà però “peggio mi sento” si usa in modo stavolta assolutamente equivalente, proprio con lo stesso senso di “men che meno”.

Qualcuno nel nord Italia potrebbe storcere il naso ma la verità è che nonostante sia un’espressione nata a Roma, si comprende ormai dappertutto.

Per questa espressione è importante che il tono della voce accompagni adeguatamente la frase.

Ci deve essere più enfasi. In particolare va sottolineata la parola “peggio“:

Non bacerei mai Giovanni. E Paolo peggio mi sento!

Esattamente come dire:

Non bacerei mai Giovanni e men che meno Paolo.

Non bacerei mai Giovanni e ancora meno Paolo.

Un altro esempio

Non mi piace andare all’estero. Se poi devo guidare, peggio mi sento.

Cioè:

Non mi piace andare all’estero. Men che meno se devo guidare.

Vale a dire che il mio malessere peggiora ancor di più se devo guidare.

Si può mangiare la pasta durante la tua dieta?

Risposta: assolutamente no!

E il formaggio?

Risposta: Peggio mi sento!

Adesso ripassiamo.

Peggy:

Durante i fine settimana, quando possiamo, cerchiamo di fare delle belle escursioni da qualche parte, vuoi per immergerci in mezzo alla natura, vuoi per fare un po’ di movimento, considerato che abbiamo una vita piuttosto sedentaria.

La destinazione del sabato scorso era un sentiero che si trova nei pressi del lago Matese. Tuttavia, Google maps non ce l’ha raccontata giusta.

Infatti, ci ha condotto in un luogo remoto, desolato, nonché sperduto, quindi piuttosto che arrivare al punto iniziale del sentiero alle dieci e mezza, abbiamo tardato due ore e passa, allorché il sole rischiava di ustionarci, per non parlare del fatto che sono alquanto insofferente alle perdite di tempo. Accidenti!
Infine, fortuna ha voluto che passassimo una giornata col buon umore e infatti ci ha regalato un sentiero in cui il grosso del percorso è colmo di alberi quindi ombra assicurata! Alla fine della fiera, questa giornata in linea di massima, si è messa abbastanza bene. Grazie a Dio.